IDEAZIONE

Marzo 20, 2020

admin

People

Pensieri

0

IDE(A)ZIONE

Tra analogico e digitale

Sono cresciuta in un ambiente dove natura e tradizione hanno ancora un forte impatto, con il telefono a rotella appeso alla parete del corridoio e la linea telefonica condivisa per quattro utenti, per arrivare agli assistenti vocali, la telefonia voip e la videochiamata in tutto il mondo.

Faccio parte di quella generazione che ha studiato con tecnigrafo e compasso, carta lucida, penne a inchiostro e lame da rasoio per poi essere catapultata direttamente nel mondo della progettazione digitale, del 3D, del renderingfotorealistico, della realtà virtuale.

Il futuro dell’intelligenza artificiale, tanto sognato da scrittori e registi degli anni ‘70, è arrivato prima del previsto. Viaggiamo virtualmente in un mondo globalizzato a velocità supersoniche, compriamo on-line e ci stiamo dimenticando della realtà.

Avendo vissuto entrambe le dimensioni mi piace unire questi due mondi apparentemente lontani, avvalendomi sia delle mie capacità manuali sia dei vantaggi della tecnologia, iniziando dal progetto virtuale per poi finire nel laboratorio con martello, chiodi e colla, con forbice, ago e filo: dall’idea all’azione.

Post by admin

Comments are closed.